I bandi per l’emergenza Covid e la mancanza di trasparenza

Per l’emergenza Covid le amministrazioni pubbliche – a tutti livelli – hanno dovuto provvedere in modo massiccio ad acquisti di servizi e forniture. Attraverso la piattaforma Bandi Covid oggi è possibile monitorare tutti questi dati.

|

Il Corriere della Sera 25 Agosto 2020

Il Corriere della Sera ha dedicato un articolo alla piattaforma web bandi Covid, attraverso cui monitoriamo  gli acquisti di servizi e forniture da parte delle pubbliche amministrazioni per far fronte all’emergenza coronavirus.

Al momento sono 4mila 775 i lotti monitorati per un totale di 9,65 miliardi di euro messi a bando dallo stato centrale, le regioni e le aziende sanitarie locali per l’acquisto di mascherine, materiali necessari per le analisi o per la terapia intensiva.

Nel momento in cui la fase eccezionale diventa la normalità, e che procedure straordinarie e contabilità speciali vengono estese a sempre nuovi ambiti, avere una conoscenza completa su come vengono gestite le risorse è essenziale.

Nonostante alcuni primi propositi incoraggianti, finora sui siti del governo e della gestione commissariale è stato pubblicato ben poco. Ma solo rendendo pubblici i dati sui contratti stipulati sarà possibile monitorare il corretto utilizzo delle risorse. E soprattutto valutare – dati alla mano – le scelte politiche e l’attività amministrativa in questi mesi.

Leggi i nostri articoli sui Bandi Covid.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.