Calano i fondi per l’aiuto allo sviluppo

La riduzione della spesa per i rifugiati nel paese donatore poteva rappresentare un’occasione per riconvertire e reinvestire i fondi dell’aps direttamente nei paesi di origine, ma così non è stato.

|

Il Fatto quotidiano 4 Luglio 2019

Il Fatto Quotidiano ha dedicato un articolo al nostro rapporto “Cooperazione Italia, un’occasione sfumata” in cui abbiamo analizzato i dati sull’aiuto pubblico allo sviluppo (aps) italiano nel 2018.

Nel 2018 l’aps italiano ha subito un forte ridimensionamento, -21,3% rispetto all’anno precedente. La principale voce di spesa ad essere stata ridotta è stata quella dei rifugiati nel paese donatore, ma non è stata l’unica. Inoltre ci si sarebbe potuti attendere che con una riduzione delle spese per sostenere l’accoglienza migranti i fondi fossero poi reindirizzati in altri settori, più propriamente attinenti alla cooperazione.

Purtroppo però questo non è accaduto e stando alla situazione attuale è improbabile che l’Italia mantenga gli impegni internazionali che si era assunta per il 2020.

 

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.