Che cos’è l’iniziativa legislativa

Molti attori hanno il potere di iniziativa legislativa. Anche se sulla carta il principale dovrebbe essere il parlamento, nelle ultime legislatura il governo sta assumendo sempre più un ruolo predominante. La stragrande maggioranza dei testi approvati sono presentati dai membri del potere esecutivo.

Definizione

La sezione II della costituzione regola la formazione delle leggi nel nostro paese. La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due camera (art. 70 della costituzione). Questo vuol dire che camera e senato sono gli organi responsabile per l’approvazione delle leggi. Al contempo gli attori che possono presentare proposte di legge, la cosiddetta iniziativa legislativa, sono molteplici: il governo e i membri stessi della camera (art. 71), in Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, le regioni (art. 121) e il popolo (art. 71). L’iniziativa popolare richiede la raccolta di 50.000 firme.

Dati

Nella XVII legislatura sono stati depositati 7.443 disegni di legge: 6.896 da membri del parlamento, 412 dal governo, 76 dalle regioni, 43 dal popolo e 6 dal Cnel. Di queste proposte, 379 sono diventate legge. In media quindi il 5,09% dei disegni di legge presentati completano il proprio iter. La percentuale di successo delle proposte varia a seconda dell’attore coinvolto. Sono diventate legge l’1,36% dei ddl presentati dai membri del parlamento (94 su 6.896), il 68,69% di quelli del governo (283 su 412), l’1,31% delle proposte delle regioni (1 su 76), il 2,32% di quelle popolari (1 su 43) e lo 0% di quelle presentante dal Cnel.

Considerando quindi i 379 i testi approvati nella XVII legislatura, il 74% di essi sono di iniziativa governativa, il 24% di iniziativa parlamentare, lo 0,26% di iniziativa regionale, e un altro 0,26% di iniziativa popolare. Anche per quanto riguarda i tempi di approvazione ci sono delle forti differenze. Le proposte del governo che hanno completato l’iter nel corso della XVII legislatura hanno impiegato in media 222 giorni, quelle dei membri del parlamento invece 612.

Analisi

Nonostante il parlamento sia il detentore del potere legislativo e, almeno sulla carta, il principale protagonista dell’iniziativa legislativa, la stragrande maggioranza dei testi approvati dal parlamento italiano sono di iniziativa governativa. Il potere esecutivo sta quindi lentamente ma inesorabilmente rubando la scena al potere legislativo. Questo causa dei problemi per quello che dovrebbe essere una giusta divisione dei poteri fra i due attori, e mette anche fortemente in crisi l’assetto costituzionale della nostra repubblica parlamentare.

Cosa:
PROSSIMO POST