Le variazioni nel tempo della spesa per rifiuti nella città al voto

L'andamento della spesa pro capite per "rifiuti" nei bilanci dal 2016 al 2019 di 5 grandi città italiane

Fatta eccezione per Milano, tutte le città considerate hanno aumentato gli investimenti in bilancio dedicati alla gestione dei rifiuti. Roma è il comune che ha fatto registrare un aumento percentuale maggiore dal 2016 al 2019, passando da 134,36 a 273,77 euro pro capite (+104%). Nella capitale si è registrato un picco di spesa nel 2017 (ben 597,57 euro pro capite), ridimensionato tuttavia negli anni successivi. Le altre grandi città hanno mantenuto livelli di spesa abbastanza stabili nel tempo: Milano ha visto una diminuzione del 2%; Napoli, Torino e Bologna hanno aumentato la spesa rispettivamente del 21%, del 25% e del 5%.

I dati mostrano la spesa pro capite per cassa riportata nella voce di bilancio “Rifiuti”. Spese maggiori o minori non implicano necessariamente una gestione positiva o negativa della materia. Sono state considerate le 5 città più popolose dove si svolgono le elezioni amministrative nel 2021.

FONTE: openbilanci - consuntivi dal 2016 al 2019
(ultimo aggiornamento: martedì 31 Dicembre 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.