Le stazioni appaltanti localizzate in Lombardia, Emilia-Romagna e Toscana prevalgono per importi banditi

Importi a base d'asta dei lotti Covid per territorio della stazione appaltante (esclusi accordi quadro)

Le stazioni appaltanti con sede in Lombardia sono quelle che hanno messo a gara i maggiori importi. Quasi mezzo miliardo, se si escludono gli accordi quadro (ovvero il perimetro contrattuale entro cui saranno fatti gli affidamenti veri e propri).

In questa elaborazione, le stazioni appaltanti (statali, regionali e locali) sono classificate in base alla regione di appartenenza.

Ovviamente questa classificazione non è stata possibile per le amministrazioni centrali, che procedono ad acquisti su scala nazionale (ad esempio il dipartimento protezione civile della presidenza del consiglio). Ma è invece possibile per le articolazioni dello stato sul territorio: dalle prefetture ai comandi regionali dell’arma dei carabinieri, solo per fare alcuni esempi.

FONTE: openpolis, osservatorio bandi Covid 
(ultimo aggiornamento: venerdì 17 Luglio 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.