Le imprese cinesi hanno vinto lotti del valore medio più di 50 volte maggiore rispetto alle aziende italiane

Importi medi per lotto aggiudicati a imprese italiane ed estere nell'emergenza Covid

Con 1,57 miliardi vinti per 29 lotti, le imprese cinesi presentano un valore medio vinto per lotto di 54,3 milioni di euro. Le imprese italiane, che si sono aggiudicate in totale 2,84 miliardi per 2.609 lotti, hanno un valore medio più di cinquanta volte inferiore: 1,08 milioni di euro. Dopo la Cina, i paesi di provenienza delle aziende che hanno valori medi di aggiudicazione più alti sono la Corea del Sud (14,5 milioni), Stati Uniti d’America (14,4) e Austria (4,15). In tutti e tre i casi sono due i lotti vinti dalle aziende di ogni singolo paese.

Il valore medio di un lotto viene calcolato dividendo il totale degli importi aggiudicati per il numero di lotti vinti dalle imprese provenienti da uno stesso paese. Sono stati esaminati tutti i lotti e i relativi importi aggiudicati dal 31 gennaio al 17 novembre 2020, non inclusi in accordi quadro. Nella classifica è stato incluso un lotto vinto sia da un’azienda italiana che da una cinese, dell’importo totale di 61.100 euro. Sono stati inclusi, inoltre, i lotti aggiudicati ma di cui non sono noti i vincitori. Alla data dell’ultimo aggiornamento i lotti aggiudicati considerati sono 3.042 sui 9.000 monitorati.

FONTE: openpolis, osservatorio bandi Covid
(ultimo aggiornamento: martedì 17 Novembre 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.