L’andamento dell’Aps dei paesi Dac tra 2013 e 2019

Negli ultimi anni l'aiuto pubblico allo sviluppo dei paesi Dac è rimasto sostanzilmente stagnante.

Nel 2019 il volume complessivo di importi destinato dai membri del comitato Dac al settore della cooperazione è cresciuto rispetto al 2018, anche se in misura non particolarmente significativa. Se si considera però il trend di crescita seguito tra il 2013 e il 2016 si può dire che da quel momento l’Aps dei paesi Dac sia rimasto sostanzialmente stagnante. Inoltre se in termini reali si assiste a un lieve aumento il rapporto Aps/Rnl segna invece una riduzione dallo 0,31% Aps/Rnl del 2018 allo 0,30 del 2019.

All’interno dell’Ocse opera il comitato per l’aiuto allo sviluppo, noto con l’acronimo inglese “Dac” (development assistance committee). Fanno parte di questo comitato 30 membri tra cui l’Italia e l’Unione europea. I dati utilizzati sono quelli preliminari Ocse, a parte per quanto riguarda l’Italia. Infatti quest’anno i dati italiani erano indicati dall’Ocse come una stima del segretariato. I dati che abbiamo utilizzato invece ci sono stati comunicati dal ministero degli esteri e della cooperazione internazionale, importi che tuttavia sono in attesa di validazione finale Ocse.

FONTE: Ocse - Maeci
(ultimo aggiornamento: venerdì 21 Agosto 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.