La distanza dalle stazioni per i cittadini abruzzesi

Distanza minima/massima dalla stazione ferroviaria più vicina per il 10% di popolazione che vive più lontano/vicino dalle stazioni

Un indicatore utile per valutare l’offerta ferroviaria è dato dalla distanza minima – in chilometri – che deve percorrere per raggiungere la stazione il 10% di popolazione che vive più lontano dai servizi ferroviari. A livello nazionale, parliamo di una media di 12,24 chilometri. In Abruzzo, supera questa soglia solo Chieti (20,4 km). Mentre si trovano leggermente al di sotto Pescara (11,45), L’Aquila e Teramo (entrambe a 10,59).

Per ogni provincia, il colore del territorio identifica la distanza minima (in chilometri) che il 10% della popolazione più distante dalle stazioni ferroviarie deve percorrere per raggiungere la stazione più vicina. Più è scuro, maggiore la distanza da percorrere.

La dimensione dei punti invece segnala la distanza massima (in chilometri) che il 10% della popolazione provinciale più vicino alle stazioni ferroviarie deve percorrere per raggiungere la stazione più vicina. Più è grande il punto, maggiore la distanza da percorrere.

In base alla metodologia adottata dallo European data journalism network sono state censite soltanto le stazioni ferroviarie classificate come rilevanti. Intendendo per queste ultime quelle da cui è possibile raggiungere la capitale del paese, anche attraverso cambi con altri treni (ma non con altri mezzi, come autobus e taxi).

FONTE: elaborazione openpolis per Osservatorio Abruzzo su dati European data journalism network
(ultimo aggiornamento: domenica 15 Dicembre 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.