In due anni di emergenza messi a bando quasi 9 miliardi di euro per mascherine

Importi base d'asta e importi di aggiudicazione dei lotti Covid per tipologia di fornitura (esclusi gli accordi quadro), dal 31 gennaio 2020 al 12 aprile 2022

Fatta eccezione per gli accordi quadro, in poco più di due anni di emergenza sono stati messi a bando complessivamente 24,48 miliardi di euro. Di questi, 8,95 miliardi risultano a oggi formalmente aggiudicati. Più di un terzo degli importi banditi (il 36,4%, pari a quasi 9 miliardi) riguardano acquisti per forniture di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale (dpi). Mentre un quarto degli acquisti (6,3 miliardi) sono stati messi a bando per la campagna vaccinale. Inoltre 3,5 miliardi (14,3% del totale) rappresentano l’ammontare complessivo dei bandi di gara dedicati ai prodotti per le analisi, come test e tamponi.

L’elaborazione include importi di bandi emanati da tutte le amministrazioni pubbliche italiane, esclusi quelli relativi ad accordi quadro. L’importo a base d’asta è il prezzo fissato alla pubblicazione del lotto. L’importo di aggiudicazione è il prezzo effettivo con cui l’azienda si è aggiudicata il lotto. Nella tipologia “altro” sono comprese tutte le forniture non riconducibili alle altre categorie.

FONTE: openpolis - osservatorio bandi Covid
(ultimo aggiornamento: mercoledì 11 Maggio 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.