Che tipo di fornitura hanno acquistato le amministrazioni italiane dalle aziende straniere

La tipologia di fornitura nell'emergenza Covid da parte delle imprese non italiane

La maggioranza delle imprese non italiane che si sono aggiudicate lotti di gara nell’emergenza covid ha fornito mascherine e/o altri dispositivi di protezione. Fanno eccezione le aziende francesi, che hanno venduto principalmente materiale per terapia intensiva, rianimazione e farmaci (il 64,52% delle  forniture provenienti da questo paese) e le coreane, che hanno vinto per lo più lotti relativi a prodotti o servizi di analisi (il 52,5%), come tamponi o test. Tutte le aziende straniere vincitrici si sono aggiudicate almeno un lotto per mascherine, ad eccezione dell’irlandese Aspen Pharma, che ha fornito medicinali all’azienda sanitaria locale di Sassari.

Sono stati considerati tutti gli importi aggiudicati a imprese non italiane dal 31 gennaio al 17 novembre 2020, non inclusi in accordi quadro. Non è incluso un lotto aggiudicato sia a un’impresa italiana che a una cinese, dell’importo di 61.100 euro. Alla data dell’ultimo aggiornamento i lotti aggiudicati sono 3.042 sui 9.000 monitorati. La metodologia di classificazione tematica dei lotti è spiegata nelle FAQ dell’osservatorio bandi Covid.

FONTE: openpolis, osservatorio bandi Covid
(ultimo aggiornamento: martedì 17 Novembre 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.