Aree verdi meno diffuse nelle città del mezzogiorno

Aree di verde attrezzato, verde storico e parchi nei capoluoghi italiani, in metri quadrati per minori residenti (2019)

Emerge una spaccatura abbastanza netta tra le città del nord e quelle del sud, in termini di disponibilità del verde pubblico per bambini e ragazzi. Escludendo Matera, Oristano e l’Aquila, i primi 20 capoluoghi italiani per verde attrezzato, storico e parchi per minore si trovano nel centro-nord.

Al primo posto Matera (con 6.138,84 mq per residente 0-17 anni) che tuttavia, come segnalato anche dalle analisi di Ispra, rappresenta un caso particolare. In questo comune infatti quasi tutto il verde urbano presente è vincolato, per la presenza del parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri. Seguono Gorizia, con oltre 900 metri quadri per minore, Pordenone  (570) e Monza (319,94). Superano i 140 mq per minore anche altre 14 città: Oristano, Sondrio, Venezia, Ferrara, Perugia, L’Aquila, Cuneo, Parma, Padova, Verona, Reggio nell’Emilia, Arezzo, Ravenna e Trento. Sono 13 i capoluoghi con meno di 25 metri quadri per minore. Di questi, 12 si trovano nel mezzogiorno.

Il verde urbano si può distinguere in diverse categorie. Ai fini dell’elaborazione ne sono stati aggregati 3 tipi: i grandi parchi urbani, le aree di verde storico e quelle di verde attrezzato.

Il verde storico è quello vincolato dal codice dei beni culturali (ville, giardini e parchi di interesse artistico o storico). I grandi parchi urbani sono parchi, ville e giardini non tutelati dal codice, ma comunque riconosciuti di valore dagli strumenti urbanistici locali. Il verde attrezzato sono spazi adibiti a giardini di quartiere, con giochi per bambini, cestini, panchine ecc.

Le altre categorie di verde pubblico (non comprese nell’elaborazione) sono quelle di arredo urbano, di aree sportive all’aperto, aree boschive e forestazione urbana, giardini scolastici, orti botanici e urbani, cimiteri, verde incolto.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: giovedì 25 Febbraio 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.