Accessibilità delle scuole, in Valle d’Aosta, Sardegna e Molise gli incrementi maggiori

Variazione in punti percentuali del livello di accessibilità dei plessi scolastici a livello regionale (2013-2018)

A livello regionale, l’incremento più significativo lo ha registrato la Valle d’Aosta (+33,8), seguita da Sardegna (+31,3) e Molise (+27,8). Agli ultimi posti figurano invece la Liguria (+11,7 punti percentuali) e la provincia autonoma di Trento (+7,6). La provincia autonoma di Bolzano è l’unica zona del paese in cui si registra una diminuzione nel livello di accessibilità dei plessi scolastici (-4).

Per barriere fisiche si intendono tutti quegli impedimenti strutturali che impediscono l’accesso a scuola ai portatori di handicap l’assenza di ascensori, di rampe per il superamento di dislivelli o di bagni a norma. Il dato riguarda sia le scuole statali che quelle non statali.
I dati si basano sulle risposte inviate dai singoli istituti scolastici alla rilevazione Istat. Nelle regioni in cui si registra un alto numero di scuole che non risponde (come nelle province autonome di Trento e Bolzano) il dato perde di attendibilità.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: giovedì 6 Febbraio 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.