Abbandono precoce tra i giovani e adulti diplomati, comune per comune

Scorri per confrontare le due mappe

I comuni che nella prima mappa assumono colori più tenui, segnalando un basso livello di adulti diplomati, generalmente coincidono con quelli che, nella seconda mappa, hanno i colori più scuri. Ovvero dove è più elevata la quota di ragazzi che hanno lasciato la scuola prima del tempo. Anche in questo caso, colpisce l’estensione del fenomeno in alcune regioni. In particolare la Sardegna, la Sicilia e diversi territori di Puglia, Campania e Calabria. Ma anche in aree (perlopiù interne o montane) nell’Italia centro-settentrionale.

L’indicatore per valutare il livello di abbandono scolastico è quello di uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione, rilevato da Istat in occasione dell’ultimo censimento. Calcola la percentuale di giovani di età compresa tra 15 e 24 anni che hanno al massimo la licenza media e che non frequentano un corso regolare di studi né svolgono formazione professionale, ed è elaborata sui dati del censimento (2011). La percentuale di adulti diplomati è relativa al 2015 ed è calcolata sugli iscritti in anagrafe di 25-64 anni che hanno completato almeno la scuola secondaria di II grado.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2011)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.