Laboratori di innovazione: i dati come strumento di sviluppo territoriale

Il 24 marzo prossimo, a Cuneo, parteciperemo al primo di 4 laboratori sull’uso dei dati come strumento di sviluppo per il territorio. Evento organizzato insieme al consorzio Top-ix e alla Fondazione Crc. Ecco tutte le informazioni e come partecipare.

|

Cuneo 24 Marzo 2022

Insieme alla Fondazione Crc e al Consorzio Top-ix proponiamo un ciclo di eventi laboratoriali per sensibilizzare i partecipanti sull’uso e la valorizzazione dei dati, così come sulla condivisione di buone pratiche e strategie di innovazione.

Tre incontri settoriali in 3 date specifiche: 24 marzo 2022 (laboratorio dedicato al terzo settore) – 7 aprile (rivolto alla pubblica amministrazione) – 28 aprile (dedicato alle imprese). Più un workshop conclusivo, il 12 maggio. I laboratori – previa valutazione delle prescrizioni sanitarie in vigore – si svolgeranno preferibilmente in presenza, a Cuneo, nello Spazio Incontri di Fondazione Crc.

Di seguito tutti i dettagli e le modalità di iscrizione per partecipare ai diversi eventi.

Come nasce l’idea del laboratorio

Nel 2021, il lavoro di mappatura e censimento degli open data sulla provincia di Cuneo, condotto insieme a Fondazione Crc e al Consorzio Top-ix, ha portato alla luce l’esigenza di approfondire la relazione tra dati e innovazione. Dando spazio a disseminazione culturale, casi studio e a momenti d’interazione territoriale.

Come è organizzato

Sono previsti tre incontri settoriali specifici, rivolti separatamente a enti del terzo settore, pubblica amministrazione e settore produttivo. Tali eventi, della durata di circa due ore ciascuno, comprenderanno un’introduzione alla tematica, contributi da esperti sul campo, la presentazione di eccellenze a livello nazionale e/o internazionale e uno spazio di discussione sulle principali sfide con cui confrontarsi.

Un quarto e ultimo incontro si configurerà invece come un workshop operativo, in cui nell’arco di una giornata di lavoro, esponenti dei diversi settori (preferibilmente invitati sulla base della partecipazione ai tre eventi precedenti) avranno modo di collaborare fianco a fianco in attività di gruppo, guidati da esperti di dominio, così da sviluppare strategie e progettualità condivise per valorizzare i dati a livello territoriale.

A seguito di ogni incontro, i partecipanti riceveranno una raccolta di risorse in formato digitale con strumenti, approfondimenti e spunti operativi. Sarà infine attivato un canale di comunicazione agile su LinkedIn per dare modo ai partecipanti di estendere la collaborazione al di là degli eventi e di attivare sinergie e uno scambio di conoscenza continuo.

Posti a disposizione

Previa valutazione delle prescrizioni sanitarie in vigore, il laboratorio sarà tenuto preferibilmente in presenza nello Spazio Incontri di Fondazione CRC e vedrà la partecipazione di massimo 40 persone a incontro. Nell’eventualità che gli iscritti superino la disponibilità, gli uffici provvederanno a realizzare una selezione dei partecipanti sulla base dei seguenti criteri:

  • rappresentatività territoriale, con un’equa distribuzione degli enti tra le zone della provincia;
  • rappresentatività delle tipologie di enti e soggetti invitati all’interno di ciascuna categoria;
  • numerosità di partecipanti per ciascun ente, nel limite di un referente per ente.

Le registrazioni da parte dei partecipanti saranno confermate nei giorni successivi alla chiusura delle iscrizioni e in caso di elevato numero di richieste sarà data priorità agli enti del territorio del cuneese.

24 marzo (h. 15 – 17.30): incontro dedicato al terzo settore

Il primo incontro di Share your data ha l’obiettivo di portare a conoscenza i processi innovativi, come quello di raccolta e analisi dei dati, nelle realtà del terzo settore. Dalle risposte al questionario della ricerca è emerso come queste organizzazioni siano talvolta carenti di risorse tecniche e competenze specifiche per accelerare processi di raccolta e integrazione di dati; di conseguenza spesso mancano di consapevolezza sui dati territoriali già presenti e necessitano di metriche per la valutazione dei progetti.

I dati e le tecnologie possono essere messi al servizio dei progetti sociali promossi per lo sviluppo socio economico delle comunità. L’aumento del bagaglio informativo, infatti, migliora la costruzione degli interventi e amplifica lo sviluppo e la crescita dell’impresa con finalità sociale, con ricadute positive anche sul resto della comunità. L’incontro, in seguito a una prima parte di introduzione di stato dell’arte, prevede l’analisi e la presentazione di casi studio relativi al terzo settore con l’intervento di alcuni ospiti esterni che illustreranno la loro esperienza

Relatori:

  • Vincenzo Smaldore, responsabile contenuti di openpolis
  • Silvia Pochettino, coordinatrice di Ong2.0 e Ceo di ImpactSkills
  • Fabio Fraticelli, Ceo di TechSoup
  • Katia Scannavini, vice segretaria genreale di ActionAid.
  • Keynote speeker: Cristiano Giovando, senior techincal advisor di HOT – Humanitarian OpenStreetMap Team

Iscrizioni entro il 17 marzo. Vai al form di iscrizione.

 

7 aprile (h. 15 – 17.30): incontro dedicato alla Pa

Il secondo incontro si concentra sulla diffusione dei dati aperti nell’ambito della pubblica amministrazione. Dal livello centrale a quello locale, i dati sono diventati un oggetto importante per la comunicazione con i cittadini e la buona riuscite delle politiche di intervento. Inoltre, grazie alle nuove tecnologie, è oggi sempre più frequente l’uso di sistemi digitali innovativi per i processi burocratici e i rapporti che cittadini e Pa intrattengono a livello amministrativo.

Ci si pone l’obiettivo, quindi, di portare casi studio e ospiti con esperienze passate di integrazione di dati nell’ambito delle pubbliche amministrazioni. Dopo una parte di introduzione all’argomento, verranno trattati casi studio e esperienze di ospiti esterni in ambito di pubblica amministrazione.

Iscrizioni entro il 31 marzo. Vai al form di iscrizione.

 

28 aprile (h. 15 – 17.30): incontro dedicato alle imprese

Il terzo incontro è rivolto al settore produttivo, imprese e startup. Lo sviluppo del territorio cuneese attraverso l’adozione di nuove tecnologie è fondamentale in ottica di innovazione e crescita economica.

L’obiettivo dell’incontro è quello di analizzare il ruolo dell’innovazione digitale nel settore produttivo e mostrare come/quando questo sia fondamentale per lo sviluppo e la sopravvivenza dell’impresa. Oltre ai relatori interverranno delle realtà aziendali che fanno dell’innovazione e del dato il loro fulcro, portando sia casi studio sia esperienze dirette vissute nelle proprie realtà territoriali.

Iscrizioni entro il 21 aprile. Vai al form di iscrizione.

 

12 maggio (h. 10 – 16.00): workshop finale

Il quarto incontro si configura come una sessione intensiva e laboratoriale dedicata all’interazione tra diversi settori. Il percorso di rcerca ha infatti portato in evidenza la necessità di un confronto interdisciplinare tale da creare sinergie utili, allineare domanda ed offerta (di dati, competenze e infrastrutture) e creare un ecosistema vivo e collaborativo. L’invito di partecipazione a questo incontro è rivolto ai partecipanti delle sezioni precedenti e sarà esteso anche al settore della formazione (e.g. università) e ai decisori locali.

In questo incontro, Top-ix potrà mettere a frutto precedenti esperienze quali la serie di workshop OpenData4Startup / OpenData4Industry e le sessioni di lavoro incentrate sul Data Ring Canvas (http://dataring.eu/) sviluppato all’interno dello stesso Consorzio.

 

Per maggiori informazioni

  • la pagina dell’evento sul sito della Fondazione Crc
  • contatto email: centro.studi@fondazionecrc.it
  • contatto telefonico: 0171 452 778/4/5

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.