VISUALIZZA
Articoli (25) Numeri (15) Parole (1) Rassegna stampa (7) Eventi (1)

I discorsi d’odio verso migranti e stranieri durante la pandemia Hate speech

Fin dagli esordi della pandemia da Covid-19, sono stati numerosi gli episodi di odio ai danni di migranti e stranieri - accusati di essere untori o di non rispettare le regole di contenimento dei contagi. Ma i numeri smentiscono queste supposizioni.

I ragazzi stranieri, l’hate speech e il cyberbullismo Hate speech

Approfondiamo il rapporto tra hate speech e i fenomeni di cyberbullismo sia attraverso i dati che tramite un'intervista a Anna Prandina dell'Associazione italiana cyberbullismo e sexting.

La crisi Ucraina e la gestione emergenziale dell’accoglienza Mappe del potere

In Italia già esistono due modalità di accoglienza per i migranti: una ordinaria, minoritaria, e una straordinaria, maggioritaria. Nonostante questo con la crisi Ucraina viene creato un ulteriore livello, emergenziale, che si sovrappone agli altri due.

I lavoratori stranieri tra irregolarità e sfruttamento Hate speech

Spesso accusati di rubare il lavoro agli italiani, in realtà gli stranieri fanno mediamente lavori meno qualificati e meno retribuiti. Oltre a subire più frequentemente sfruttamento e condizioni lavorative degradanti, come nel caso del caporalato.

Perché le risorse per l’accoglienza sono un investimento e non un semplice costo Hate speech

L'accoglienza dei migranti è una politica che si propone di velocizzare e rendere più efficace il processo di integrazione a vantaggio di tutti. Eppure il suo finanziamento è stato al centro di forti campagne mediatiche che hanno assunto a tratti il carattere di veri e propri discorsi d'odio.

L’accesso degli stranieri al reddito di cittadinanza Hate speech

Spesso gli stranieri sono accusati di truffare lo stato italiano accedendo illegittimamente alle forme di sostegno economico. Si tratta di un discorso d'odio che colpisce una categoria vulnerabile, che in Italia vive spesso in condizione di povertà e deprivazione.

Gli stranieri nelle scuole italiane Migranti

In Italia, il 10% degli studenti non ha la cittadinanza italiana. Rispetto ai loro coetanei autoctoni, questi ragazzi e ragazze scelgono spesso percorsi scolastici diversi, che inevitabilmente contribuiscono ad ampliare divari sociali preesistenti.

Gli effetti della pandemia sull’occupazione degli stranieri Migranti

Rispetto ai cittadini italiani, mediamente gli stranieri residenti nel nostro paese percepiscono salari e pensioni inferiori. Sono inoltre stati colpiti in maniera sproporzionale dalla pandemia, e molti di loro sono diventati inattivi.

Lo sfruttamento degli irregolari nei sistemi di caporalato Migranti

Il caporalato è un fenomeno diffuso capillarmente in Italia, ma che colpisce soprattutto i cittadini extra-comunitari impiegati irregolarmente nel settore agricolo. Negli ultimi anni sono però diminuiti i procedimenti, gli arresti e i sequestri ai danni delle aziende responsabili.

Fine del Ddl Zan, se ne riparlerà forse la prossima legislatura Hate speech

Con il voto al senato di mercoledì scorso l’iter del disegno di legge contro l’omotransfobia si è definitivamente arenato. Una conferma che senza la spinta del governo difficilmente il processo legislativo può andare avanti.

Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.