Le elezioni regionali e la parità di genere

Nel nostro paese esiste un problema di rappresentanza politica femminile, per cui le donne accedono con maggiori difficoltà degli uomini alle posizioni di potere.

|

La Repubblica 14 Settembre 2020

Alla vigilia delle elezioni regionali La Repubblica ha ripreso in un articolo il nostro approfondimento “Le donne sono sottorappresentate nei governi regionali“.

Considerando la totalità dei membri dei consigli e delle giunte regionali, l’Emilia Romagna è la regione con la maggiore presenza femminile nei suoi organi amministrativi, anche se si tratta comunque di una rappresentanza limitata (38,7%).

Seguono Umbria (33,3%), Lazio (32,3%) e Toscana (32%). Le quote più basse si registrano invece in Liguria (12,8%) e Puglia (9,8%), che come si è detto in precedenza si sono adeguate solo recentemente alle normative sulla parità di genere.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.