La pandemia e la salute mentale in Europa

La crisi scoppiata col Covid-19 è stata particolarmente difficile per le persone che necessitano di servizi psichiatrici e psicologici.

|

Il Corriere della Sera 23 Gennaio 2021

Con un articolo dal titolo “Covid: ansia e stress crescono. Allarme degli psichiatri“, il Corriere della Sera riprende ampiamente il nostro approfondimento “Il Covid-19 ha congelato i servizi di salute mentale in Europa“.

Già prima della pandemia, le risorse per l’assistenza mentale in Europa erano insufficienti. Il Covid-19 ha reso ancora più difficile l’accesso alle cure. Circa il 75% dei servizi di psichiatria è stato erogato per via telematica, ma non sempre questa si rivela un’opzione valida.

Lo studio è oggetto di un articolo di Clivio, che insieme a openpolis fa parte di European data journalism network.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.