I comuni italiani e gli investimenti nella qualità dell’aria

Le attività industriali, il riscaldamento domestico, il traffico veicolare e altre cause sono all’origine della presenza di agenti inquinanti nell’aria, a un livello pericoloso per la vita umana. Il contrasto di questo fenomeno rappresenta una delle sfide cruciali del terzo millennio.

|

Il Gazzettino 28 Maggio 2019

Il Gazzettino ha ripreso in un articolo il nostro approfondimento “Cosa dicono i bilanci sull’impegno dei comuni per la qualità dell’aria” concentrandosi sui dati dei comuni friulani.

In Friuli su oltre 200 comuni solo 19 risultano avere una spesa nella voce destinata alla qualità dell’aria. Tuttavia un comune potrebbe riportare una somma pari a 0 nel bilancio, non per l’effettiva mancanza di spesa in quell’ambito, ma perché ha utilizzato un riferimento diverso nel rendiconto rispetto a quello indicato. Su un tema così centrale come la qualità dell’aria, sarebbe importante poter verificare in modo più chiaro gli sforzi di chi amministra il territorio.

 

 

 

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.