Tra i motivi politici, il 2020 segna la crescita di dimissioni dei consiglieri e sfiducia del sindaco

Numero di commissariamenti per motivi politici per causa specifica (2010-20)

Nel 2020 sono tornati a crescere i commissariamenti per motivi politici. In particolare va segnalata la crescita netta delle dimissioni dei consiglieri (66, contro una media di 50 nel triennio precedente) e dei casi di sfiducia del consiglio comunale verso il primo cittadino. Questi ultimi più che raddoppiano rispetto al 2019, passando da 5 a 11. I casi di dimissioni del sindaco sono in linea con quanto rilevato nel triennio precedente.

 

Il grafico mostra l’andamento dei 3 principali motivi politici di un commissariamento: dimissioni del sindaco, dimissioni della maggioranza dei consiglieri, sfiducia del sindaco.

FONTE: openpolis
(ultimo aggiornamento: giovedì 31 Dicembre 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.