Più della metà degli stranieri residenti in Italia sono cristiani

Le religioni di appartenenza tra gli stranieri residenti in Italia nel 2020.

I cristiani costituiscono il gruppo religioso più importante non solo tra i cittadini italiani, ma anche tra gli stranieri residenti in Italia. Tra i cristiani, il gruppo più numeroso è composto dagli ortodossi, seguiti dai cattolici. La seconda confessione più diffusa tra gli stranieri è l’Islam.

Sotto la voce “cristiani” sono inclusi: ortodossi (28,9%), cattolici (17,7%), protestanti (4,4%) e altri (0,9%). Come “altre religioni orientali” si intendono le religioni orientali meno diffuse rispetto a induismo e buddhismo, tra le quali confucianesimo, taoismo e shintoismo. Con “religioni tradizionali” ci si riferisce invece alle religioni dell’Africa sub-sahariana sprovviste di fondazioni scritturali e dottrine codificate. I dati sono stime basate sulla religione predominante nei vari paesi di provenienza dei migranti. Infatti, non esistono dati specifici sulle confessioni religiose.

FONTE: elaborazione openpolis su dati Idos
(ultimo aggiornamento: martedì 15 Giugno 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.