Nei bandi di regioni e asl incidono ancora di più le procedure senza bando e affidamenti diretti

Importi a base d'asta dei lotti Covid per tipo di procedura seguita (esclusi accordi quadro)

Considerando tutte le somme bandite per l’emergenza a livello nazionale, oltre il 40% dei lotti e degli importi base d’asta sono stati affidati con procedure negoziate senza previa pubblicazione del bando. Questa tendenza è ancora più netta a livello regionale: oltre il 70% degli importi banditi da regioni, società di acquisto regionali e aziende sanitarie ha seguito questa modalità.

Nella categoria “Altro” sono state aggregate le seguenti procedure: procedura negoziata senza previa indizione di gara (settori speciali); confronto competitivo in adesione ad accordo quadro/convenzione; non classificato; sistema dinamico di acquisizione; affidamento diretto per variante superiore al 20% dell’importo contrattuale; affidamento diretto a societa’ in house; procedura ristretta; procedura competitiva con negoziazione; procedura negoziata con previa indizione di gara (settori speciali).

FONTE: openpolis, osservatorio bandi Covid 
(ultimo aggiornamento: venerdì 17 Luglio 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.