L’Ocse conferma il crollo dell’aiuto italiano

Il rapporto tra aiuto pubblico allo sviluppo e reddito nazionale lordo italiano tra 2012 e 2019.

I fondi italiani destinati alla cooperazione sono cresciuti negli anni fino a raggiungere nel 2017 l’obiettivo previsto per il 2020, ovvero un rapporto tra Aiuto pubblico allo sviluppo (Aps) e Reddito nazionale lordo (Rnl) pari allo 0,30%. A partire dal 2018 tuttavia il rapporto Aps/Rnl è iniziato a calare velocemente arrivando nel 2019 ad appena lo 0,22%. L’obiettivo intermedio previsto per il 2020 sembra quindi ormai sfumato e si allontana sempre di più anche l’obiettivo principale di destinare lo 0,7% Aps/Rnl entro il 2030.

Ogni anno l’Ocse rilascia i dati sui fondi stanziati in Aps dai paesi Dac. I primi dati vengono resi pubblici ad aprile in modo preliminare. Quelli definitivi invece vengono diffusi intorno a dicembre. Quest’anno tuttavia ai dati preliminari sull’Italia, e solo quelli tra tutti i paesi del DAC, era aggiunta una nota. Qui le cifre erano indicate come una stima del segretariato Ocse Dac che all’Italia attribuiva per il 2019 un rapporto Aps/Rnl pari allo 0,24%. Come già avevamo sostenuto in Cooperazione Italia, tra declino e un futuro sempre più incerto tuttavia, questo dato appariva decisamente troppo ottimistico.

FONTE: Ocse
(ultimo aggiornamento: martedì 29 Dicembre 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.