Le province con scarsa offerta di asili nido hanno in media bassi livelli di occupazione femminile

Confronto tra l'offerta di servizi prima infanzia nelle province italiane (a sinistra) e il tasso di occupazione delle donne tra 25-34 anni (a destra) (2017)

Le province del sud risultano le più svantaggiate per entrambe le variabili. Per quanto riguarda gli asili nido sono le province del centro ad avere i maggiori livelli di offerta, mentre sono i territori del nord a presentare le percentuali più alte di donne occupate, tra i 25-34 anni.

Il dato confronta l’occupazione delle giovani donne (25-34 anni) con la presenza di posti in asilo nido e servizi integrativi per la prima infanzia.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: domenica 31 Dicembre 2017)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.