Le aree periferiche di Calabria e Liguria sono le più svantaggiate sull’offerta asili nido

Posti per 100 residenti 0-2 in asili nido e servizi per la prima infanzia, nei comuni periferici e ultraperiferici per regione (2017)

A quota 9,2 e 8,1 posti ogni 100 bimbi, i comuni periferici e ultraperiferici di Calabria e Liguria sono quelli con la minor copertura del servizio. Anche Basilicata, Puglia e Campania registrano dati inferiori alla media (14,9%). Regioni che, come la Calabria, hanno una scarsa offerta del servizio anche considerando la totalità del territorio e non solo le aree periferiche.

Il dato misura l’offerta di asili nido e di servizi integrativi per la prima infanzia, nei comuni periferici e ultraperiferici, i più lontani da servizi essenziali come istruzione, sanità e mobilità. Non sono disponibili i dati sulla Sardegna.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: domenica 31 Dicembre 2017)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.