L’aiuto pubblico allo sviluppo tra il 2017 e il 2020

A partire dal 2018 l'Italia si allontana dall'obiettivo intermedio dello 0,30% aps/rnl e non si vedo inversioni di rotta.

Nel 2017 l’Italia aveva raggiunto, se pur con alcune criticità, l’obiettivo intermedio dello 0,30% aps/rnl. Nel 2028 però l’aps italiano è calato drasticamente arrivando a quota 0,25. Si tratta in questo caso dell’ultimo dato ufficiale Ocse di cui disponiamo.

Il rapporto aps/pil indicato per gli anni 2019-2022 è una stima basata sugli importi indicati nelle leggi di bilancio. Nonostante questo però appare evidente come nei prossimi anni l’Italia sia destinata ad allontanarsi da quota 0,30 aps/rnl.

Per gli anni 2017 e 2018 è indicato il rapporto aps/rnl fissato dai dati definitivi Ocse. A partire dai dati 2018 l’Ocse ha modificato metodo di calcolo passando al Grant equivalents. Utilizzando il metoto precedente (Net disbursements) il rapporto aps/rnl 2018 sarebbe stato 0,24%.

Per il 2019 è indicato il rapporto tra fondi stanziati in cooperazione dalla legge di bilancio 2019 e il pil.

Per gli anni 2020-2022 è indicato il rapporto tra fondi stanziati in cooperazione dalla legge di bilancio 2020 e il pil nominale previsto dalla nota di aggiornamento al Def.

FONTE: Elaborazione openpolis su dati Ocse e Ministero dell'economia e delle finanze.
(ultimo aggiornamento: martedì 21 Gennaio 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.