La Puglia registra il maggior divario occupazionale di genere

Il divario occupazionale di genere nelle regioni italiane nel 2020

Le regioni italiane differiscono ampiamente in quanto a divario occupazionale di genere. Tra la regione con il divario più ridotto (la Valle d’Aosta) e quella con il divario più ampio (la Puglia) ci sono ben 20 punti percentuali di differenza.

Il divario occupazionale di genere è calcolato come differenza, in punti percentuali, tra il tasso di occupazione maschile e quello femminile.

FONTE: elaborazione openpolis su dati Istat
(ultimo aggiornamento: mercoledì 8 Settembre 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.