La legge di bilancio 2018 e dati preliminari Ocse sulla cooperazione

La legge di bilancio 2018 aveva stanziato 5,02 miliardi di euro per la cooperazione, ma i dati preliminari Ocse ne rendicontano solo 4,1.

A fine 2017 con la sua ultima legge di bilancio il governo Gentiloni aveva stanziato 5,02 miliardi di euro per la cooperazione. I dati preliminari Ocse invece segnalano che i fondi erogati sono stati pari a 4,1 miliardi. Una differenza evidente in effetti emerge tra i fondi destinati al ministero dell’interno per l’accoglienza dei migranti e i fondi rendicontati dall’Ocse per questo tipo di attività. Si tratta di oltre 1 miliardo che sarebbe potuto essere usato per altre attività di cooperazione.

L’art. 14 della legge 125/2014 prevede che il ministero dell’economia predisponga una tabella allegata al bilancio finanziario dello stato in materia di cooperazione allo sviluppo. Questa tabella può essere confrontata solo in maniera indicativa con i dati Ocse. Questo perché non è detto che tutte le voci inserite in tabella siano poi ritenute dall’Ocse conformi ai suoi principi di rendicontazione dell’aps. I dati Ocse utilizzati seguono la metodologia “cash basis” e si riferiscono al rilascio di dati preliminari per il 2018.

FONTE: Elaborazione openpolis su dati Ocse e Mef.
(ultimo aggiornamento: mercoledì 10 Aprile 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.