L’86% degli importi per l’emergenza pandemica viene assegnato attraverso procedure semplificate

Percentuale di utilizzo per tipologia di procedura seguita nei bandi per l'emergenza Covid

Dall’inizio della pandemia, la procedura più frequentemente adottata è quella negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara, disciplinata dall’articolo 63 del codice degli appalti. Seguono gli affidamenti diretti in accordo quadro e gli affidamenti diretti tout court. Se sommiamo gli importi assegnati con questi tre tipi di procedure possiamo rilevare che l’86,01% del totale delle somme nell’emergenza Covid è stato aggiudicato attraverso procedure semplificate.

L’elaborazione include le procedure seguite da tutte le amministrazioni pubbliche italiane, escluse quelle relative ad accordi quadro. La tipologia “altro” include le seguenti procedure: procedura negoziata senza previa indizione di gara (settori speciali), confronto competitivo in adesione ad accordo quadro/convenzione, procedura ristretta, procedura competitiva con negoziazione, affidamento diretto per variante superiore al 20% dell’importo contrattuale, affidamento diretto a società in house, procedura negoziata con previa indizione di gara (settori speciali), procedure non classificate.

FONTE: openpolis - osservatorio Bandi Covid
(ultimo aggiornamento: mercoledì 19 Maggio 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.