In media l’84% degli importi messi bando da regioni e asl riguarda mascherine, protezioni e test

Composizione degli importi banditi da regioni, centrali di acquisto regionali e aziende sanitarie per tema del lotto (esclusi accordi quadro)

In media, oltre il 70% di questi importi messi a gara dalle regioni riguardano l’acquisto dei dispositivi di protezione: mascherine, guanti, camici. Con un ampia variabilità: si va dall’89% della Toscana al 25% della Calabria. Sopra la quota media, oltre alla Toscana, altre 4 regioni: Lombardia, Emilia-Romagna, Puglia e Veneto.

Nell’elaborazione sono considerati solo gli importi delle stazioni appaltanti propriamente regionali, ovvero gli enti regione, le loro centrali di acquisto e le aziende sanitarie.

FONTE: openpolis, osservatorio bandi Covid 
(ultimo aggiornamento: venerdì 17 Luglio 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.