Il rischio povertà nelle aree metropolitane

Confronto tra 2005 e 2015

In Italia quasi il 20% delle famiglie è a rischio povertà, dato che varia molto a seconda dell’area geografica, e che è cambiato durante gli anni della crisi. Tra 2005 e 2015 è cresciuto in particolare nelle grandi città del sud (+6,9 punti percentuali), e nei comuni degli hinterland del centro (+10,8) e del nord (+2,1).

Le informazioni presentate sono raccolte da Istat attraverso indagini campionarie.

FONTE: Istat
(ultimo aggiornamento: martedì 24 Gennaio 2017)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.