Il divario nelle famiglie connesse in base al tipo di comune

Percentuale di famiglie che dispongono di accesso a internet da casa (2010-19)

Un ulteriore elemento di disuguaglianza è rappresentato dal tipo di comune in cui le famiglie abitano. Un divario che sconta la maggior presenza di famiglie anziane nei comuni minori e interni, ma che è comunque interessante monitorare nella sua evoluzione nell’arco del decennio.

Tra 2010 e 2019, la quota di famiglie connesse è aumentata di oltre 20 punti in tutti i comuni. La crescita più significativa in quelli maggiormente popolosi: +26,6 punti nelle città con oltre 50mila abitanti.

Al di là della tendenza, sono le aree metropolitane a registrare la quota più alta di famiglie che dispongono di una connessione domestica.

 

Il dato mostra la percentuale di famiglie che dispongono di accesso a internet da casa, in base al tipo di comune.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: lunedì 4 Maggio 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.