I principali fondi della cooperazione italiana nel settore sanitario

I fondi del canale bilaterale erogati a progetti in ambito sanitario e quelli del canale multilaterale che sono andati a finanziare l'Oms, Gavi e il Fondo globale. Milioni di dollari a prezzi costanti (2018).

La salute è storicamente una delle priorità della politica italiana di cooperazione. Nonostante questo nel 2019 solo il 6,8% dei fondi bilaterali allocabili sono stati destinati al settore sanitario. Tuttavia bisogna tenere presente che quando si parla della cooperazione italiana la componente multilaterale è sempre molto importante. In effetti analizzando gli importi destinati al settore sanitario nel 2019 emerge come l’Italia abbia erogato più risorse a Gavi, il Fondo Globale e Oms che all’intero comparto bilaterale.

Sono considerati i fondi erogati (Gross Disbursements) a progetti in tema sanitario erogati dall’Italia attraverso il canale bilaterale allocabile. In aggiunta sono indicati anche gli importi erogati nello stesso periodo alle tre principali organizzazioni multilaterali che si occupano di salute: Gavi, il Fondo Globale per la lotta contro aids, malaria e tubercolosi, e ovviamente l’Organizzazione mondiale della sanità.

FONTE: Elaborazione openpolis su dati Ocse
(ultimo aggiornamento: martedì 23 Febbraio 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.