I poli hanno più scuole in aree non del tutto sicure, rispetto agli altri comuni

Percentuale di edifici scolastici in zone sicure e non, nei comuni divisi per area (2017)

Nei comuni polo, in media, il 35,8% delle scuole è situato in aree non sicure. Un dato superiore a quello dei comuni meno centrali. Dai territori di cintura (21,9%), che distano meno di 20 minuti dai poli, ai periferici e ultraperiferici (28,3%), ad oltre 40 minuti di distanza, dove i servizi sono meno accessibili.

Un’area non è considerata sicura quando non è recintata, è tangente a percorsi di grande traffico o a transiti ferroviari, è collocata in una zona urbana degradata, è vicina a strutture industriali a rischio, a preesistenze industriali abbandonate, non ha un accesso dotato di piazzola adeguata. Non sono disponibili dati sul Trentino Alto Adige.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Miur
(ultimo aggiornamento: martedì 25 Settembre 2018)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.