Come sono cambiate le procedure seguite dal commissario all’emergenza

Andamento degli importi a base d'asta dei lotti in base al tipo di procedura adottata (marzo-novembre 2020)

Il ricorso alle varie procedure da parte della struttura commissariale è cambiato nel corso del tempo. Gli affidamenti diretti si individuano soprattutto nelle fasi iniziali dell’emergenza: a marzo (quasi 331 milioni di euro) e aprile (46 milioni). Dopo le prime settimane, lo strumento di gran lunga più utilizzato è diventato la procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando, salvo nei bandi sugli arredi scolastici e sulla riorganizzazione sanitaria, dove si tratta di procedure aperte di massima urgenza.

L’elaborazione include anche gli importi banditi attraverso accordi quadro.

FONTE: openpolis, osservatorio bandi Covid
(ultimo aggiornamento: martedì 17 Novembre 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.