Aumentano di 2,4 miliardi gli importi banditi dal commissario all’emergenza

Importi a base d'asta dei lotti Covid per stazione appaltante (esclusi accordi quadro)

A luglio era emerso come le amministrazioni più coinvolte nell’acquisizione delle forniture per il Covid fossero 2: Consip (2,5 miliardi al netto degli accordi quadro) e la struttura commissariale per l’emergenza (2,2 miliardi). Quasi 2/3 degli importi banditi si concentrava in queste due strutture.

Sono ancora queste 2 le strutture più impegnate sui bandi, ma nel corso di queste settimane i rapporti sono completamente cambiati. Consip, la centrale di acquisti della pubblica amministrazione in periodi ordinari, è rimasta stabile: aumentano di circa 17 milioni (su 2,5 miliardi) le spese per l’emergenza. Mentre gli importi banditi dalla struttura del commissario straordinario passano da 2,2 a 4,6 miliardi, un aumento del 109%.

Sono state considerate solo le 5 maggiori stazioni appaltanti alla data dell’8 ottobre 2020. L’elaborazione non include gli importi banditi attraverso accordi quadro.

FONTE: openpolis, osservatorio bandi Covid 
(ultimo aggiornamento: giovedì 8 Ottobre 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.