Almeno il 40% di donne negli organi sociali delle grandi aziende di stato

Percentuale di donne nei cda e nei collegi sindacali in carica, nelle società a controllo pubblico del Mef, quotate in borsa

La soglia del 30% viene superata da tutte queste società almeno di 10 punti percentuali. Un dato positivo e in linea con la normativa, ma non rappresentativo di un’effettiva parità. In nessuno degli organi sociali delle aziende considerate le donne raggiungono la metà dei membri, fatta eccezione per il collegio sindacale di Enel, composto per il 60% da donne.

Tutti gli organi sociali di queste società sono stati rinnovati a maggio 2020, tranne i collegi sindacali di Enel, Poste Italiane, Leonardo e Enav, nominati precedentemente.

FONTE: elaborazione e dati openpolis
(ultimo aggiornamento: giovedì 18 Giugno 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.