Per i fondi sisma in provincia dell’Aquila oltre 240 milioni

Le risorse del fondo complementare dedicate alle aree terremotate territorializzate in base alle ordinanze del commissario straordinario

Per quanto riguarda gli investimenti “territorializzabili”, possiamo osservare che a livello regionale, il territorio che riceverà la maggior quantità di fondi saranno le Marche, con circa 332 milioni di euro. L’Abruzzo viene subito dopo con 308 milioni. Focalizzandoci sulla ripartizione a livello provinciale, L’Aquila da sola attrae circa 241 milioni di euro. Seguono la provincia di Macerata nelle Marche (197 milioni circa) e la laziale Rieti (95 milioni). Alla provincia di Teramo andranno invece 47,87 milioni, mentre a quella di Pescara andranno 10,85 milioni. Nessun investimento per la provincia di Chieti, per lo meno in questo ambito.

Le risorse del fondo complementare destinate alle aree terremotare ammontano complessivamente a circa 1,78 miliardi di euro. Il soggetto incaricato di gestire queste risorse è il commissario straordinario per la ricostruzione post-sisma del 2016 Giovanni Legnini. In particolare, grazie all’ordinanza numero 15 del 31 dicembre 2021 è possibile valutare la distribuzione nei diversi comuni delle regioni interessate di risorse pari a oltre 814 milioni di euro. Di queste risorse 557,5 milioni riguardano gli interventi per le aree colpite dal sisma del 2016, mentre 216 sono dedicati al sisma del 2009. Circa 20,5 milioni infine saranno gestiti in maniera congiunta.

FONTE: elaborazione openpolis su dati commissario straordinario per la ricostruzione post-sisma del 2016
(ultimo aggiornamento: lunedì 4 Aprile 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.