Nella provincia autonoma di Trento e nel Lazio, il lavoro culturale è più presente

Incidenza dei lavoratori culturali rispetto al totale nelle regioni italiane (2020)

Tra le regioni italiane, quelle che riportano l’incidenza maggiore dei lavoratori culturali sono la provincia autonoma di Trento e il Lazio, entrambe con il 4,8%. Seguono Toscana (4,3%), Marche (4,2%) e Lombardia (4,1%). Le regioni in cui c’è minore prevalenza del lavoro culturale sono tutte del sud. Si tratta di Molise (2,1%), Sardegna (2%) e Calabria (1,3%).

I lavoratori culturali sono sia coloro che hanno una professione a carattere prevalentemente culturale oppure coloro che lavorano nel settore culturale, come definito dalle classificazioni Nace e Isco.

FONTE: elaborazione openpolis su dati Eurostat.
(ultimo aggiornamento: martedì 19 Luglio 2022)

Cosa:
Dove:

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.