Le presenze nei centri di accoglienza tra il 2014 e il 2020

Da anni è ormai in costante calo il numero di richiedenti asilo e rifugiati presenti nei centri di accoglienza.

Tra il 2016 e il 2017 l’Italia si è ritrovata a gestire un numero di arrivi di richiedenti asilo considerevole, nonostante non si potesse parlare di emergenza. A partire dalla seconda metà del 2017 tuttavia il numero di arrivi si è drasticamente ridotto e con questo le presenze nel nostro sistema di accoglienza. Tra il 2017 e il 2018 infatti queste sono diminuite di oltre il 27,6% e poi ulteriormente del 31,3% nel 2019.

Con il passaggio da Sprar a Siproimi, previsto dal decreto sicurezza, i richiedenti asilo erano destinati a rimanere solo nei Cas fintantoché non veniva espletata la loro domanda di asilo. Non era previsto inoltre che i Cas fornissero percorsi di inclusione sulla base del modello Sprar.

FONTE: Def 2018, camera dei deputati, ministero dell'interno
(ultimo aggiornamento: lunedì 31 Agosto 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.