Le presenze nei centri di accoglienza tra il 2014 e il 2019

La distribuzione delle presenze in accoglienza distinte per Cas e altri centri governativi da un lato e centri Sprar/Siproimi dall'altro

Con la crescita delle presenze nel sistema di accoglienza è andata aumentando la quota di persone accolte nei Centri di accoglienza straordinari (Cas) a scapito di quelli ordinari appartenenti al sistema Sprar/Siproimi. Negli anni lo Sprar ha visto solo una lieve crescita dei posti offerti, che sono passati da circa 21mila nel 2014 a 26mila nel 2018, rimanendo sempre sostanzialmente residuali rispetto all’accoglienza straordinaria.

Con il passaggio da Sprar a Siproimi, previsto dal decreto sicurezza, i richiedenti asilo sono destinati a rimanere solo nei Cas fintantoché non viene espletata la loro domanda di asilo. Non è più previsto inoltre che i Cas forniscano percorsi di inclusione sulla base del modello Sprar.

FONTE: Def 2018, Ministero dell'Interno, Commissione affari costituzionali della camera
(ultimo aggiornamento: giovedì 19 Settembre 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.