La composizione dell’aiuto multilaterale italiano nel 2016

Il canale multilaterale dell'aps italiano, tra contributi volontari, contributi obbligatori e il cosiddetto canale multi-bilaterale.

I contributi obbligatori, tra i quali rientrano anche quelli particolarmente rilevanti versati all’UE, rappresentano la grande maggioranza dell’aiuto multilaterale italiano. I contributi volontari e quelli multi-bilaterali però riguardano valori comunque rilevanti su cui l’Italia può esercitare maggiore discrezionalità.

Alcuni contributi versati dall’Italia alle organizzazioni internazionali sono fissi e obbligatori. Altri invece sono contributi volontari. La componente multi-bilaterale invece è volontaria e presenta caratteri sia del canale bilaterale che di quello multilaterale. L’Ocse contabilizza questa voce all’interno del canale bilaterale e non di quello multilaterale. I dati riguardanti questa componente sono il risultato di una stima effettuata dal CeSPI e sono dunque soggetti a possibili errori.

FONTE: Elaborazione CeSPI ("L’Italia e la cooperazione multilaterale") su dati Meci-Dgcs e Aics
(ultimo aggiornamento: martedì 26 Marzo 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.