La carenza di donne in posizioni chiave nei governi europei

Donne che ricoprono posizioni chiave negli attuali governi dei paesi Ue

Sono paesi del nord e del nord-est a registrare il maggior numero (3) di key positions occupate da donne. A questi si aggiungono Spagna e Unione europea. Seguono Belgio, Lussemburgo e Regno Unito, con due ruoli chiave ricoperti da donne. Oltre agli stati che chiudono la classifica con un solo ruolo ciascuno, è da sottolineare l’assenza di ben 10 membri Ue dal grafico. Si tratta di Francia, Austria, Cipro, Croazia, Lettonia, Malta, Polonia, Romania, Slovenia e Ungheria, dove le posizioni chiave sono tutte ricoperte da uomini.

Con il valore 1 viene indicata la presenza di una donna nel ruolo considerato. Sono inclusi nella classifica solo i paesi Ue dove almeno una delle key positions individuate è ricoperta da donne. Per l’Ue abbiamo considerato ruoli assimilabili a quelli considerati, in particolare: presidente del consiglio europeo (capo di stato), presidente della commissione europea (capo esecutivo), commissario europeo per gli affari economici e monetari (ministro economia), alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza (ministro esteri), commissaria agli affari interni (ministro interni), commissaria alla salute e sicurezza alimentare (ministro sanità). Anche se attualmente non è più membro Ue, il Regno Unito è stato incluso nell’analisi ai fini di un confronto più completo.

FONTE: dati ed elaborazione openpolis
(ultimo aggiornamento: lunedì 8 Febbraio 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.