In 4 anni Napoli ha incrementato del 44% gli investimenti per arredo urbano e piazze

L'andamento della spesa pro capite per "Urbanistica e assetto del territorio" nei bilanci dal 2016 al 2019

Se esaminiamo le 5 città che hanno speso di più per l’assetto del territorio e la pianificazione urbanistica nel 2019, notiamo che solo Torino ha diminuito la spesa, quasi dimezzandola (-43,5%) rispetto ai 4 anni precedenti. Le altre città hanno tutte incrementato gli investimenti per l’arredo urbano e la sistemazione delle piazze, oltre che per la pianificazione urbana: Napoli del 44%, Venezia del 36,1%, Bari del 20,5% e Messina addirittura del 99,1%. Tuttavia nella città siciliana è stata registrata nel bilancio consuntivo del 2018 un’entrata nettamente superiore a tutte le altre: 72,41 euro pro capite, pari a circa 17 milioni di euro di investimenti.

I dati mostrano la spesa pro capite per cassa riportata nell’apposita voce di bilancio. Spese maggiori o minori non implicano necessariamente una gestione positiva o negativa della materia. Tra le città italiane con popolazione superiore a 200mila abitanti, sono state considerate le 5 che hanno speso di più per la voce considerata nel 2019.

FONTE: openbilanci - consuntivi 2016-2019
(ultimo aggiornamento: martedì 31 Dicembre 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.