Come sono composte la task force e il comitato scientifico in Veneto

Sono 26 i membri comitato scientifico e della task force, due organi che svolgono compiti consultivi per l'unità di crisi e il soggetto attuatore.

La task force covid-19 del Veneto è presieduta dalla dirigente della direzione prevenzione e vede la partecipazione di altri due dirigenti dell’area sanità della regione. Oltre a questi fanno parte dell’organismo 8 dirigenti delle unità locali socio sanitarie (Ulss), due dirigenti delle aziende ospedaliere e due dirigenti dell’Azienda zero.
Del comitato scientifico come della task force fanno parte esperti del settore ma la composizione è un po’ diversa. Non sono infatti presenti dirigenti regionali e la maggior parte dei membri vengono dalle aziende ospedaliere.

Mentre l’istituzione di un’unità di crisi in ciascuna regione è stata richiesta dalla protezione civile nazionale, task force e comitati scientifici sono costituiti su iniziativa della regione per contribuire alla gestione dell’emergenza.

Si tratta di organi consultivi. La task force infatti fornisce pareri tecnici all’unità di crisi, mentre il comitato scientifico “fornisce il supporto scientifico al soggetto attuatore ai fini dell’adozione delle sue determinazioni”.

FONTE: Eelaborazione openpolis su atti della regione Veneto (task force e comitato scientifico).
(ultimo aggiornamento: lunedì 25 Maggio 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.