Chi finanzia l’organizzazione mondiale della sanità

L'organizzazione mondiale della sanità non è finanziata solo dagli stati ma anche da molti contributori privati.

Gli Stati Uniti rappresentano di gran lunga il primo contributore dell’organizzazione mondiale della sanità (Oms). Se gli Usa decidessero di smettere di destinare anche solo la componente volontaria dei loro contributi il bilancio complessivo dell’organizzazione si ridurrebbe dell11,7%. Se ciò accadesse il primo contributore non sarebbe più uno stato membro dell’Oms ma un’organizzazione filantropica privata, ovvero la Bill & Melinda Gates Foundation che contribuisce per il 9,4%.

I fondi destinati all’organizzazione mondiale della sanità possono essere distinti tra contributi fissi (assessed contributions) e contributi volontari (voluntary contributions). I primi sono forniti solo dagli stati membri dell’organizzazione e il loro valore è predefinito, visto che ogni stato membro deve contribuire con una quota calcolata sulla base del Pil nazionale e della popolazione. I contributi volontari invece arrivano sia da alcuni stati membri che da organizzazioni internazionali, fondazioni filantropiche e altri enti e istituzioni. Gli importi considerati sono quelli effettivamente spesi dall’organizzazione (implementation) nel biennio 2018-2019.

FONTE: Organizzazione mondiale della sanità
(ultimo aggiornamento: martedì 9 Giugno 2020)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.