Calano gli scioglimenti, ma crescono quelli per mafia

Confronto tra gli scioglimenti per infiltrazioni criminali e quelli per altri motivi (2010-2019)

Gli scioglimenti per motivi diversi dalle infiltrazioni mafiose (art. 141 del Tuel) hanno segnato un picco nel 2013 e da allora sono in calo; al contrario i commissariamenti per infiltrazioni della criminalità organizzata registrano negli ultimi anni una notevole crescita.

Il grafico fa riferimento ai decreti di scioglimento emanati dal presidente della repubblica, su proposta del governo, in base alle disposizioni del testo unico sugli enti locali (Tuel). Include anche gli scioglimenti disposti dai competenti organi delle regioni a statuto speciale, esclusa la Sicilia.

FONTE: openpolis
(ultimo aggiornamento: lunedì 25 Novembre 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.