A Roma tra il 2016 e il 2020 sono aumentate le spese per i cimiteri

Andamento della spesa pro capite per servizi necroscopici e cimiteriali nei bilanci dal 2016 al 2020 di cinque grandi città italiane

Dal 2016 al 2020, Messina ha riportato quasi sempre le spese maggiori con un picco nel 2019 pari a 37,78 euro pro capite. Roma invece ha registrato dei valori molto vicini a 0 fino al 2018 per poi rilevare un aumento nel 2019 a quasi 12 euro pro capite e un assestamento a 11,02 nel 2020. Roma è anche la città in cui le spese sono aumentate di più tra il 2016 e il 2020. Tendenzialmente, le uscite tra il 2019 e il 2020 sono calate per le città considerate. L’unica infatti che registra un incremento è Padova (+9,83%).

I dati mostrano la spesa per cassa per i servizi necroscopici e cimiteriali. Spese maggiori o minori non implicano necessariamente una gestione positiva o negativa della materia. Da notare che spesso i comuni non inseriscono le spese relative a un determinato ambito nella voce dedicata, a discapito di un’analisi completa. Tra le città italiane con popolazione superiore a 200mila abitanti, sono state considerate le 5 che hanno speso di più per la voce considerata nel 2020.

FONTE: openbilanci - consuntivi 2016-2020
(ultimo aggiornamento: lunedì 13 Giugno 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.