Sono aumentate ancora le regioni guidate dai partiti che in parlamento siedono all'opposizione. Questo può comportare rapporti più difficili con il governo. Anche vista l'imminente scadenza di Stefano Bonaccini come presidente della conferenza delle regioni.