Sono tutte al sud le grandi città che spendono di meno per l’infanzia

Spesa pro capite per interventi per l'infanzia, i minori e gli asili nido nelle città con più di 200mila abitanti (2020)

Le città che spendono di più per questa voce di bilancio sono quattro grandi comuni del centro-nord: Trieste (197,63 euro pro capite), Bologna (130,43), Firenze (112,84) e Milano (108,47). Al contrario, le uscite minori sono registrate da quattro amministrazioni del sud: Bari (58,82 euro pro capite), Palermo (41,32), Napoli (33,35) e Messina (3,86).

I dati mostrano la spesa per cassa riportata nella voce di spesa legata ai servizi per l’infanzia, i minori e gli asili nido. Spese maggiori o minori non implicano necessariamente una gestione positiva o negativa della materia. Da notare che spesso i comuni non inseriscono le spese relative a un determinato ambito nella voce dedicata, a discapito di un’analisi completa. Tra le città italiane con più di 200mila abitanti non sono disponibili i dati di Catania perché alla data di pubblicazione non risultano accessibili i rispettivi bilanci consuntivi 2020.

FONTE: openbilanci - consuntivi 2020
(ultimo aggiornamento: giovedì 21 Aprile 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.