Nel 2019, le imposte su inquinamento e risorse costituivano lo 0,9% delle imposte ambientali

Gettito fiscale per categoria di imposta ambientale (energia, trasporti, inquinamento e risorse naturali) in Italia, tra il 2008 e il 2019

Tra il 2008 e il 2019, in Italia il gettito delle imposte ambientali è aumentato del 40,2%. La quota più alta di tale gettito è, invariabilmente nel tempo, quella legata al settore dell’energia. Per quanto riguarda il settore dei trasporti e soprattutto quello di inquinamento e risorse naturali, costituiscono una quota minore del gettito totale che inoltre negli anni ha anche visto una crescita più modesta.

Rientrano tra le imposte su inquinamento e risorse, per cui non sono previste misure impositive in Italia, le tasse sul prelievo di risorse naturali (esclusi petrolio e gas). La variabile monetaria è valutata a prezzi correnti, per cui non si può valutare l’andamento del gettito al netto delle variazioni dei prezzi).

FONTE: elaborazione openpolis su dati Ispra
(ultimo aggiornamento: lunedì 4 Ottobre 2021)

Cosa:

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.